flavivirus | Neoteron

Archivio

Posts Tagged ‘flavivirus’

Inibitori della replicazione virale per curare l’epatite C

29 marzo 2010 Nessun commento  
Inibitori proteici legano il materiale genetico del virus, impedendone la replicazione

Un team di ricerca dell’University of Utah ha scoperto che il legame di un potente inibitore del virus dell’epatite C (HCVhepatitis C virus) al materiale genetico del virus causa un grande cambiamento conformazionale che può influenzare molto negativamente la capacità di replicazione del virus.  

Micrografia elettronica del virus dell'epatite C (HCV)

Quello dell’epatite C è un grande problema di salute pubblica, che affligge circa 170 milioni di persone in tutto il mondo, con 2-3 milioni di nuovi casi diagnosticati ogni anno. Negli Stati Uniti l’infezione da HCV (virus dell’epatite C) è la causa principale di cancro al fegato e trapianto di fegato, e porta a morte circa 10mila persone ogni anno.  

Attualmente il più efficace trattamento per l’epatite C, per cui non esiste ancora un vaccino a causa dell’elevata variabilità delle glicoproteine dell’envelope (lo strato fosfolipidico che riveste il capside, a riguardo cfr link), oltre che alla difficoltà di replicazione di HCV in vitro, è un agente chiamato interferone pegilato, che è spesso combinato con un farmaco antivirale chiamato ribavirina.  

“Le terapie attualmente disponibili per le infezioni di epatite C hanno un efficacia limitata, con una risposta minore del 50%“, dice Darrel R. Davis, autore dello studio e professore di biochimica alla University of Utah. “Tuttavia sono state individuate diverse piccole molecole che inibiscono la replicazione virale, ed esse rappresentano potenziali opportunità per nuovi e più efficaci trattamenti per HCV”  

Il virus HCV è un membro della famiglia delle Flaviviridae, che include anche i virus che causano la febbre gialla e la dengue, caratterizzato dall’avere un genoma ad RNA a singolo filamento (a polarità positiva).  

Esistono 6 diversi genotipi principali di HCV, che differiscono leggermente nella loro costituzione genetica e danno diverse risposte ai trattamenti terapeutici. Ricerche precedenti hanno mostrato come l’assunzione di una particolare struttura tridimensionale da parte del genoma a RNA del virus sia cruciale per iniziare il processo di replicazione virale.  

Prosegui la lettura…


Categorie:Medicina e salute

Creare blog

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Home
  • Torna su